Pubblica su Facebook un barzelletta sui carabinieri e viene denunciata

 

Eh già, è successo veramente.

Anche una comunissima barzelletta, pubblicata su un social, può diventare un reato.

Vi riportiamo il fatto, tratto dal sito lavocedeltrentino.it

“Disavventura terribile per una casalinga di 58 anni di Trento che è stata denunciata per vilipendio alle forze armate per avere postato una barzelletta sui carabinieri su una pagina di Fb di Casarza Ligure, comune non lontano da Sestri Levante.

A identificare la donna sono stati  i carabinieri della compagnia sestrese che hanno anche denunciato una donna di 36 anni, ritenuta, in quanto amministratore della pagina, colpevole di non avere rimosso la barzelletta ritenuta offensiva. Ora dopo le indagini di rito il magistrato dovrà decidere se rinviare a giudizio le due donne.

La barzelletta è stata poi rimossa dalla pagina di Fb con tanto di scuse all’Arma. La barzelletta ironizzava sull’arma dei Carabinieri. Toccherà ora al giudice stabilire se in questa barzelletta ci siano gli estremi per una denuncia per vilipendio delle forze armate. Va peraltro rilevato come sul web e sui social network in particolare vi siano moltissime pagine dedicate proprio all’umorismo sulla Fedelissima: particolarmente popolare è la pagina Facebook barzellette sui carabinieri” che raccoglie ben 68mila likes. Contro di essa, per il momento, nessuna azione legale è ancora stata intrapresa.

Fa anche riflettere il fatto che i molteplici insulti, le diffamazioni e calunnie gravissime che giornalmente vengono lette sul popolare social network, nella maggioranza dei casi non vengano cancellate dal social e laddove ci sono delle denuncia quasi sempre siano archiviate.”