Windows 10: arriva la nuova versione 2004

Come già accaduto negli anni precedenti, il mese di Maggio 2020 porta con sè un nuovo aggiornamento di Windows, il decimo dalla sua nascita, denominato 2004.

Modalità di aggiornamento

Inizialmente sarà disponibile solo cercandolo specificatamente attraverso Windows Update; dopo un periodo di “assestamento” per la risoluzione dei primi bug riscontrati, sarà poi disponibile automaticamente.

Basta aggiornamenti automatici

Forse a causa dei problemi riscontrati con i precedenti aggiornamenti, finalmente Microsoft ha deciso che questa nuova versione non si installerà automaticamente ma sarà a discrezione dell’utente.

Addio alla versione 32 bit

Non tutti sanno che i sistemi operativi possono essere distribuiti in 2 versioni, 32 o 64 bit. Nei personal computer meno performanti (come i netbook), spesso veniva utilizzata la versione a 32 bit.

Per i sistemi attuali e per lo stesso Windows 10, sono ormai necessari più giga di ram rispetto al passato (consigliati 8gb), non supportati dai sistemi a 32 bit.

Pertanto da questa versione, l’aggiornamento riguarderà solo i sistemi a 64bit. Per sapere quale sistema operativo è installato nel vostro pc, potete leggere questo articolo.

Microsoft garantirà comunque aggiornamenti di funzionalità e di sicurezza.

Requisiti minimi

Sostanzialmente non ci sono grosse differenze rispetto ai requisiti delle edizioni precedenti.

Unica osservazione: lo spazio necessario per l’aggiornamento è di circa 30 giga.

Cosa c’è di nuovo?

Vediamo ora alcune delle novità introdotte:

  • un rinnovamento grafico con un nuovo set di icone per le applicazioni integrate nel sistema
  • Edge cambia abito e si “ispira” a Chromium
  • possibilità di ripristinare il sistema da cloud, prelevando l’immagine di Windows, eventualmente corrotta, direttamente dai server Microsoft
  • possibilità di personalizzare il puntatore del mouse, per colori e dimensione
  • il sistema di riconoscimento vocale, utilizzabile per dettare testi, supporta ora anche la lingua italiana
  • ricerche più rapide dall’apposita barra di ricerca posizionata accanto al menu Start
  • nuovo supporto directx per i videogiocatori
  • migliorata la modalità tablet per i dispositivi convertibili

Se siete interessati a maggiori dettagli sulle novità introdotte, vi segnalo questo articolo pubblicato dal sito turbolab.it

Conclusioni

Per ora è tutto. Vi terremo aggiornati sugli sviluppi della nuova versione.

Ricordiamo agli utenti che la procedura di aggiornamento non deve assolutamente essere interrotta, pena il mancato funzionamento del computer.

Rimaniamo a disposizione per chiarimenti o informazioni.