WhatsApp a pagamento da sabato mattina 13 gennaio 2018: ultima bufala del direttore Yong Lin

Altro che avviso importante per WhatsApp a pagamento da questo sabato mattina 13 gennaio 2018; altro che messaggio del presunto direttore Yong Lin, personaggio fantomatico che non tira i fili dell’applicazione di messaggistica più nota al mondo; niente di tutto questo, una vecchia bufala ma in una nuova veste pensata per questo inizio anno sta letteralmente spopolando in queste ore, di chat in chat, senza alcuna limitazione.

Del falso allarme di WhatsApp a pagamento già avevamo parlato qualche giorno fa ma l’avviso attuale appare un po’ diverso da quello che avevamo anche imparato a riconoscere e selezionare come bufala. Sarà per questo che appare più verosimile? Forse si. 

In effetti la spiegazione del pericolo imminente è costruita meglio che in passato: proprio il fantomatico direttore Yong Lin nel corso di una conferenza stampa del 3 gennaio (altrettanto fake) a Shangai, avrebbe annunciato come il servizio di messaggistica messo in vendita sia diventato da gratuito a pagamento appunto. Il cambiamento epocale averebbe appunto tra pochissimo, esattamente sabato 13 gennaio ma niente panico perché come già ribadito, la notizia è più falsa di una banconota da 15 euro.

WhatsApp non diventerà a pagamento il 13 gennaio anche perché non esiste alcun direttore Yong Lin dietro l’applicazione (questo nome è riconducibile ad un brand di orologi ma pure ad uno scrittore i cui libri sono in vendita su Amazon). Come conseguenza, non serve davvero a nulla condividere e inoltrare il messaggio in questione a 20 contatti. L’operazione non servirà affatto a dimostrare di essere un utilizzatore assiduo del servizio e tanto più nessun logo da rosso diventerà blu per mantenere l’applicazione free per sempre.

Ancora una volta meglio specificare che i messaggi WhatsApp non costeranno mai 1 centesimo ad invio, quindi sarà ancora possibile sbizzarrirsi in chat singole o di gruppo senza alcuna attenzione al portafoglio. Ancora per tutto il 2018 e oltre.

Fonte: http://www.optimaitalia.com