Vodafone: fino a 2 euro di aumento per clienti SIM dati e rete fissa dal 10 giugno

Vodafone ha confermato una modifica delle condizioni dei servizi per i clienti privati con SIM dati vodafone(ricaricabile e abbonamento) e rete fissa. Le rimodulazioni entreranno rispettivamente ed ufficialmente in vigore il 10 giugno e il 10 luglio 2018 con un aumento del canone mensile che varierà da 1,50 euro a 2 euro. Secondo Vodafone, la modifica del contratto si è resa necessaria per garantire la qualità dei servizi legata agli investimenti effettuati nella rete.

Tutti i clienti interessati che riceveranno una comunicazione preventiva in fattura potranno recedere dal contratto o passare ad altro operatore senza penali in un periodo di tempo previsto di 30 giorni. Il diritto di recesso potrà essere esercitato in maniera totalmente gratuita utilizzando il sito internet variazioni.vodafone.it, inviando una raccomandata A/R a Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190 – 10015 Ivra (TO) o via PEC all’indirizzo vodafone@omnitel@pocert.vodafone.it.

Di seguito i rispettivi comunicati:

Modifica delle condizioni dei servizi per i clienti privati con SIM dati a partire dal 10 giugno 2018 

A causa delle mutate condizioni di mercato, a partire dal 10 giugno 2018 i clienti che hanno un’offerta con SIM dati, sia ricaricabile che abbonamento, avranno un aumento del canone mensile che varierà da 1,50 euro a 2 euro in modo da consentirci di continuare a garantire la qualità dei servizi legata ai nostri investimenti sulla rete.
Tutti i clienti interessati riceveranno una comunicazione in fattura e potranno recedere dal contratto o passare ad altro operatore senza penali entro 30 giorni dalla ricezione di questa comunicazione, specificando come causale del recesso “modifica delle condizioni contrattuali”. Il diritto di recesso può essere esercitato gratuitamente su variazioni.vodafone.it o inviando una raccomandata A/R a Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190 – 10015 Ivrea (TO) o via PEC all’indirizzo vodafoneomnitel@pocert.vodafone.it, esplicitando la causale sopraindicata. I clienti che decidono di recedere e hanno un’offerta che include telefono, tablet, Mobile Wi-Fi, Vodafone TV o prevede un contributo di attivazione a rate continueranno a pagare, le eventuali rate residue addebitate con la stessa cadenza e con lo stesso metodo di pagamento che hanno scelto. In caso di recesso, per non perdere il numero, dovranno anche passare contestualmente ad altro operatore senza costi di disattivazione.

Modifica delle condizioni dei servizi per i clienti privati di rete fissa a partire dal 10 luglio 2018 

A causa delle mutate condizioni di mercato, a partire dalla prima fattura emessa dopo il 10 luglio 2018, i clienti che hanno un’offerta di rete fissa avranno un aumento del canone mensile che varierà da 1,50 euro a 2 euro in modo da consentirci di continuare a garantire la qualità dei servizi legata ai nostri investimenti sulla rete.
Tutti i clienti interessati riceveranno una comunicazione in fattura e potranno recedere dal contratto o passare ad altro operatore senza penali entro 30 giorni dalla ricezione di questa comunicazione, specificando come causale del recesso “modifica delle condizioni contrattuali”. Il diritto di recesso può essere esercitato gratuitamente su variazioni.vodafone.it o inviando una raccomandata A/R a Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190 – 10015 Ivrea (TO) o via PEC all’indirizzo vodafoneomnitel@pocert.vodafone.it, esplicitando la causale sopraindicata. I clienti che decidono di recedere e hanno un’offerta che include telefono, tablet, Mobile Wi-Fi, Vodafone TV o prevede un contributo di attivazione a rate continueranno a pagare, le eventuali rate residue addebitate con la stessa cadenza e con lo stesso metodo di pagamento che hanno scelto. In caso di recesso, per non perde
re il numero, dovranno anche passare contestualmente ad altro operatore senza costi di disattivazione.

Fonte: https://mobile.hdblog.it