Nuovo malware in arrivo tramite falsa mail di Banca d’Italia

Il 30 Marzo è stata evidenziata una nuova campagna di malware spam, sotto forma di una falsa mail che sembra provenire direttamente da Banca d’Italia; invece parte da un server situato in Nigeria, già conosciuto agli esperti del settore per precedenti attività maligne.

Una cosa simile avvenne all’inizio di ottobre del 2017, quando una mail simile colpì diversi paesi europei.

La mail, di cui Vi riportiamo un esempio, è in lingua inglese e, per sembrare più reale, riporta i contatti di Banca d’Italia.

Malware, campagna tramite falsa mail Bankitalia

 

Come sempre, si invita chi la riceve questa mail ad aprire l’allegato e rispondere entro 48 ore. Non fatelo!

L’allegato questa volta è come estensione “.pdf.jar” e contiene un codice malevolo che oltrepassa la protezione dell’antivirus e modifica il registro di sistema per scambiare dati.

A costo di diventare ripetitivi, raccomandiamo di fare molta attenzione alle mail che ricevete e di diffidare sempre di mittenti quali banche, poste, Equitalia e/o sconosciuti che riportino allegati.

Meglio spendere qualche minuto in più per valutare le mail che riceviamo, piuttosto che avere brutte sorprese.