Backup Android su Google Drive con la scadenza, lo sapevate?

I backup che Android fa su Google Drive hanno una data di scadenza, lo sapevate? Se lo smartphone risulta inattivo per più di 2 mesi saranno cancellati.

Gli smartphone Android consentono di salvare su Google Drive molte impostazioni di sistema e dati personali, come password delle reti Wi-Fi, cronologia chiamate, calendario, contatti, foto, video e molto altro, facilmente recuperabili inserendo i dati di login del proprio account Google su qualsiasi nuovo smartphone. Quello che quasi nessuno sa però è che questi backup non sono eterni, ma hanno una data di scadenza.

Ad accorgersene, a sue spese, è stato un utente di Reddit, che ha avviato un thread sull’argomento. Dopo essere rimasto senza il suo Nexus 6P per un paio di mesi per cause di forza maggiore, al momento di fare il login sul nuovo smartphone non ha trovato il backup precedente. Meravigliato ha contattato il supporto di Google Drive scoprendo così l’arcano.

Chiariamoci però, non si tratta di una novità, ma semplicemente di una politica di Google che forse non è stata sufficientemente pubblicizzata e per questo è sconosciuta ai più.

A complicare la situazione c’è anche il fatto che l’utente non riceve alcun avviso. Semplicemente, sotto al nome del file di backup, appare un counter che avvisa in caratteri rossi dei giorni rimanenti prima della cancellazione.

Frase che però rischia di passare inosservata, soprattutto se appunto l’utente ha effettivamente lo smartphone inattivo per un qualsiasi motivo e non accede dunque a Drive.

D’ora in poi dunque se non eravate al corrente di questa impostazione, fate attenzione ai vostri backup nel caso in cui doveste abbandonare il vostro smartphone per un periodo piuttosto lungo, o al ripristino potreste incappare in una brutta sorpresa.

 

Fonte: https://www.tomshw.it